Recensione Bomberman Blast

426233820.JPG Sembra ieri, eppure è ormai passato un quarto di secolo dal primo gioco del bombarolo di casa Hudson. Da allora Bomberman è apparso praticamente su ogni macchina, diventando sinonimo di divertimento multiplayer. Ed è in questa veste che arriva su Nintendo Wii, comodamente scaricabile grazie al servizio WiiWare.

rendete un labirinto a schermata fissa, riempitelo di blocchi distruggibili pieni di bonus e potenziamenti, rinchiudeteci un certo numero di omini dalla bomba facile ed avrete davanti a voi il miglior gioco multigiocatore che mente umana (sempre se i giapponesi si possano considerare umani) abbia mai creato. Bomberman Blast è l’ultimo capitolo della fortunata serie, e come tale ne ripropone tutta la straordinaria giocabilità con alcune novità a livello di modalità di gioco e di bonus utilizzabili durante le partite. In questa versione scaricabile non è presente una modalità Storia, inclusa nel gioco completo in uscita in Giappone, ma senza una data certa per noi occidentali, e tutto gira attorno al multiplayer, sia in locale che online. La Battaglia è il classico multiplayer offline, una volta selezionato il numero di giocatori, settato i controller (è possibile usare anche i joypad del Gamecube) e stabilità l’abilità della CPU sarà possibile scegliere la modalità preferita. Normale è il Bomberman classico nel quale eliminare gli avversari a suon di bombe, Squadre è la stessa cosa ma come dice il nome stesso è possibile formare fino a quattro team diversi. Conteggio è una modalità inedita in cui quando si viene colpiti parte un timer, se il timer raggiunge lo zero si muore, quindi è vitale toccare un avversario per“passargli” il timer. Nella modalità Re nel labirinto di gioco è presente una corona, chi la possiede e viene colpito la perde, mentre gli altri quando vengono colpiti perdono i potenziamenti, vince chi la detiene allo scadere del tempo. Le partite sono un continuo tutti contro uno, con il possessore della corona che cerca di scappare (molto utili i bonus velocità) da un’orda i assatanati che piazzano bombe ad ogni angolo. L’ultima modalità è chiamata Raid: le arene sono libere da blocchi distruggibili ed i giocatori non possono piazzare bombe, ma devono solo evitare il raggio d’azione di quelle che cadono dal cielo. Nei casi disperati si può usare uno dei nuovi oggetti introdotti in Bomberman Blast, si tratta dello Scudo, che si aziona agitando in continuazione il Wiimote, le altre due new entry sono il Razzo, utile quando si è bloccati perché permette di alzarsi in volo per evitare l’esplosione, e il Cambio bomba, che trasforma il giocatore in una finta bomba e gli permette di dare meno nell’occhio. Va detto però che questi tre oggetti non possono essere usati giocando con il pad del Gamecube. Bomberman Blast presenta dieci arene di gioco, presenti in versione normale e grande, tutte diverse e divertenti da affrontare: dal labirinto classico a quello aperto senza blocchi solidi, da quello pieno zeppo di oggetti a quello, ambientato non a caso in un campo di grano, in cui ci si può far rapire da un UFO e bombardare gli avversari dall’alto. Una volta giocati tutti sarà possibile giocare con i Mii, però a dirla tutta anche le versioni grandi mi sono sembrate troppo ristrette per ospitare otto giocatori. L’ampio ventaglio di opzioni permette poi di scegliere il numero di oggetti per la partita, di settare l’handicap per livellare la bravura dei partecipanti e decidere lo score finale con il classico trofeo oppure a punteggio, dove questo viene dato dal tempo rimasto in gara, dai nemici eliminati e da altre variabili… CONTINUA A LEGGERE

Recensione Bomberman Blastultima modifica: 2008-09-18T15:23:47+00:00da fanboy76
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento